La settimana scorsa si è tenuto il primo Bootcamp di due giorni in storytelling di viaggio targato Travel Film School e noi del team insegnanti non possiamo essere più felici dei risultati e dei volti soddisfatti dei ragazzi che hanno deciso di seguirci in questa pazza idea.

Cos’è il Bootcamp della Travel Film School?

Si tratta di un corso pratico di storytelling immersi nella natura della Val Troncea.
Il workshop è dedicato a tutti i videomaker che desiderano mettersi alla prova e imparare a realizzare video di viaggio dalla storia efficace.

Gli iscritti, proveniente da ogni parte d’Italia, hanno potuto confrontarsi per due giorni con tutti gli istruttori della Travel Film School e hanno avuto l’occasione di mettersi in gioco nella realizzazione di un video professionale dalla A alla Z.

L’obiettivo

Gli iscritti al workshop sono stati messi alla prova in un processo di produzione creativa molto simili a quello che noi della Travel Media House seguiamo per realizzare i filmati di viaggio che vanno in onda su Rai 3 e che ottengono migliaia di visualizzazioni sul web. Abbiamo fatto calare gli studenti nei panni del team di produzione che deve affrontare la realizzazione di un video. 

Ognuno di loro ha dovuto idearlo, organizzarlo, produrlo, montarlo, farlo revisionare dagli autori – che per l’occasione sono stati interpretati dagli insegnanti della TFS – modificarlo in base alle loro richieste, superare il collaudo tecnico e pubblicarlo.

Il diario dell’evento

Possiamo finalmente raccontare il primo Bootcamp ufficiale della Travel Film School. Si tratta di un progetto la cui idea è stata partorita ben prima di questa estate ma che, a causa delle vicissitudini degli ultimi due anni, è stato rimandato fino a poche settimane fa.

Mercoledì 28 Luglio sette ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia hanno raggiunto in una fresca mattinata estiva gli insegnanti della nostra scuola a Pragelato, una ridente cittadina della Val Troncea, nel Torinese.

Da Aosta a Roma passando per Venezia, abbiamo conosciuto e ascoltato le storie avvincenti di aspiranti videomaker professionisti.

Mercoledì 28 Luglio – Mattina

L’avventura non è cominciata nel migliore dei modi: una minacciosa perturbazione che stazionava dalla sera precedente sulla Val Troncea sembrava non volerci abbandonare.
Ma si sa, un documentarista non può fermarsi davanti a questo genere di difficoltà, bisogna portare a casa le riprese sempre e comunque.

Senza quindi perdersi d’animo, dopo le prime presentazioni, i ragazzi sono stati accompagnati nell’aula all’interno del Bucaneve Slunch di Plan, frazione di Pragelato, in cui si sono svolte le lezioni teoriche del workshop.

Queste prime 4 ore sono state utili per imparare a costruire una storia accattivante e solida che possa catturare il pubblico e soddisfare i broadcast televisivi ma, ancora più importante, sono servite anche a conoscerci meglio, parlare delle capacità e dei sogni di ognuno degli iscritti.

È stata l’occasione perfetta per creare un gruppo solido che avrebbe passato insieme le successive 36 ore all’insegna delle riprese e del divertimento.

Il Bootcamp non è solo un corso in cui apprendere nozioni di videomaking, è anche l’occasione perfetta per fare rete e conoscere meglio professionisti del settore. È esattamente quello che è avvenuto durante il pranzo al Mulino di Laval: tra un tagliere tipico piemontese e un buon bicchiere di vino rosso i ragazzi hanno avuto la possibilità di conoscere meglio gli insegnanti che hanno risposto ad ogni loro dubbio riguardo al mondo del videomaking.

Mercoledì 28 Luglio – Pomeriggio

Fortunatamente le grigie nuvole della mattinata hanno deciso di fare spazio ad un bellissimo sole, il panorama ideale per le riprese di un luogo tanto evocativo come la Val Troncea.

Abbiamo chiesto ai ragazzi del Bootcamp di raccontare la vallata attraverso i loro occhi e la loro storia.

Accompagnati durante il percorso da ben cinque insegnanti della Travel Film School, gli studenti si son dovuti cimentare nella produzione di filmati utili a raccontare un viaggio il più interessante possibile dal Mulino di Laval al Rifugio Troncea, collegati tra loro da un semplice sentiero ben battuto di 45 minuti.

È stato incredibile e inaspettato scoprire quanto potessero essere creativi i nostri studenti, ognuno di loro ha trovato una chiave diversa per raccontare il proprio viaggio.

I 45 minuti di sentiero si sono presto trasformati in oltre 3 ore di viaggio – le riprese sono stato impegnative – ma ad attenderci al nostro arrivo, oltre ad un aperitivo ad alta quota, c’era la vista mozzafiato dell’intera vallata, inquadratura di chiusura di molti dei filmati che vedremo a breve.

È stato un pomeriggio tosto ma la cena a base di polenta concia e spezzatino di Luca e Alessandra, osti del Mulino di Laval (luogo del nostro pernottamento) ha scaldato la fredda serata del Bootcamp.
Abbiamo festeggiato il compleanno del nostro Sound Designer Emiliano e colto l’occasione per fotografare la Via Lattea come poche volte si è presentata ai nostri occhi.

Giovedì 29 Luglio – Mattina

Sveglia, sveglia! Chi ha tempo non aspetti tempo.
E quindi via, giù dai propri letti per cominciare la mattinata di post-produzione.

Tornati al Bucaneve Slunch, i ragazzi hanno avuto l’occasione di imparare dai nostri editor professionisti a montare in pochissimo tempo un filmato che avrebbe dovuto rispettare degli standard di qualità accettabili. Chi lavora in questo mondo conosce bene i tempi molto stretti di consegna, è stata l’ennesima prova che abbiamo sottoposto nostri studenti.

Piano piano i video finali hanno iniziato a prendere forma e tutti i ragazzi sono riusciti a portare a termine il compito assegnato

Giovedì 29 Luglio – Pomeriggio

Dopo l’ultimo pranzo in compagnia è arrivato finalmente il momento di visionare i lavori nella loro forma finale.

Come già anticipato, non potremmo essere più felici dei risultati ottenuti dai partecipanti al Bootcamp. In appena 36 ore di tempo, ognuno di loro è riuscito a raccontare una storia convincente con la Val Troncea come cornice.

Ogni video è stato visionato dall’intero gruppo e giudicato da tutti gli insegnanti che hanno fornito opinioni personali sui pregi e difetti di ognuno dei video in lizza per il premio come miglior video del Bootcamp estivo.

Non ci fermiamo qui

Dato il grande successo del primo Bootcamp della Travel Film School abbiamo deciso di non perdere tempo e di metterci subito al lavoro per organizzare nuove date al rientro dalle ferie estive. Tantissime persone ci hanno scritto durante le giornate per poter partecipare e noi non vediamo l’ora di formare nuovi gruppi per tornare sul campo e trasmettere la nostra passione per il prodotto audiovisivo a tutte le persone che ci seguiranno.

Avanti tutta!